Il Tonico

La mia esperienza mi ha portato alla convinzione che il tonico sia da sempre il prodotto più sottovalutato tra quelli utilizzati per la cura della pelle del viso.  Spesso lo si considera, erroneamente, soltanto il prodotto che rimuove il latte detergente. Il più delle volte è classificato come elemento accessorio. In realtà è di fondamentale importanza.

Perché usarlo

Il Tonico apporta numerosi benefici alla pelle del viso. Va utilizzato alla fine di ogni tipo di detersione e prima del trattamento abituale giornaliero. Nel caso utilizziate il latte detergente, ne rimuove ogni residuo rimasto sulla pelle. Se invece fate uso di un detergente a risciacquo, elimina la patina di calcare che rimarrebbe sul vostro viso e che provoca quella sensazione di “pelle che tira”.

Il tonico riequilibra il PH della pelle e questo permette ai trattamenti applicati successivamente di essere assorbiti meglio, esprimendo tutta la loro efficacia. L’utilizzo costante del tonico consente, inoltre, di avere una grana della pelle più uniforme perché aiuta a restringere i pori dilatati. E’ molto importante detergere bene la pelle del viso nel caso si utilizzi il make up, per evitare che ne rimangano tracce. Ma è altrettanto importante farlo anche nel caso in cui non si utilizzi il trucco, per eliminare ogni traccia di calcare, smog e sebo in eccesso. Un consiglio che posso dare è di provare ad usare questo prodotto per almeno 15 giorni, ogni volta che ci si lava il viso, per appurarne i benefici effetti. Insomma, a mio parere è il prodotto più incompreso di tutta la profumeria, e allo stesso tempo il più utile.

Quale scegliere

Per avere un buon risultato è importante scegliere il tonico più adatto al proprio tipo di pelle. Per le pelli sensibili consiglierei un tonico senza alcool che risulta essere più delicato, come il Tonique Douceur di Lancome:

Per le pelle normali un tonico idratante, come il Tonique Eclat di Lancome:

Esistono anche tonici anti-età per le pelli più mature, come la Lozione Tonica Anti-Età di Collistar:

oppure tonici per pelli grasse che aiutano a controllare il sebo in eccesso, come la Lotion Tonique per pelli miste e grasse di Clarins:

Per la pelle secca meglio un tonico nutriente, per aiutare a ridare comfort, come il Tonique Confort di Lancome:

Qualunque tonico voi scegliate, ricordate sempre che non sostituisce il latte, la mousse, la crema detergente o qualunque altro tipo di detersione voi usiate per pulire il viso o per struccarvi. Ma è un prodotto diverso, complementare e fondamentale per il rituale di detersione. Per fare in modo che tutto il trattamento che voi applicherete dopo dia un risultato eccellente.

Come applicare il tonico

Il tonico si applica ogni volta che laviamo il viso. Un modo è quello di metterlo su di un batuffolo di cotone e picchiettarlo sul viso. Un consiglio è di evitare di sfregare eccessivamente il dischetto di cotone sulla pelle, per evitare che si sensibilizzi. Invece, picchiettarlo velocemente, apporta alla pelle la giusta quantità di prodotto e in più, si ottiene un benefico massaggio tonificante. Nel caso abbiate scelto un tonico spray potete vaporizzarlo sul dischetto e poi procedere all’applicazione. Oppure vaporizzarlo direttamente sul viso: in questo modo avrete un benefico effetto rinfrescante. Esistono in commercio tonici che hanno una consistenza vischiosa e per questo potete decidere di applicarli direttamente con le mani facendo un leggero massaggio con i polpastrelli.

Cofanetti con latte detergente e tonico

In commercio si trovano anche cofanetti che abbinano un latte detergente e un tonico. Alcuni esempi:

Li puoi vedere tutti qui:

Per maggiori informazioni sui cofanetti con prodotti per il viso, leggi i miei consigli sulle confezioni regalo, ideali soprattutto per le ricorrenze o nel periodo natalizio!